I COLORI DELLA MUSICA

Il laboratorio si propone di educare all’ascolto della musica e di rappresentare graficamente le emozioni suscitate attraverso colori e disegni. Verranno utilizzate diverse tecniche: tempere, pastelli, acquarelli, matite ecc. e si faranno giochi creativi in ambito musicale per sollecitare la creatività, l’espressione grafica e musicale per esprimere liberamente quelle emozioni che solo la musica può far nascere. Abbinare il disegno, la musica e le emozioni è un’esperienza coinvolgente e affascinante, che dà libero spazio all’espressione di sé e delle proprie sensazioni senza la paura di sbagliare.

Principale obiettivo del progetto è promuovere la partecipazione attiva del preadolescente all’esperienza della musica e dei colori nel suo duplice aspetto di espressione-comunicazione e di ricezione (momento dello “ascoltare”).

L’educazione musicale permette di coltivare e valorizzare una dotazione linguistica universale costitutiva della personalità, educa all’uso di uno dei mezzi essenziali della comunicazione, quello sonoro e alla comprensione partecipativa dei maggiori patrimoni della civiltà, contribuendo all’affinamento del gusto estetico.

Suono e colore si coniugano allora con ritmo, tempo e spazio e l’esperienza musicale arriva ad attivare e sviluppare alcune capacità di base di tipo psicomotorio e cognitivo (attenzione, percezione cognitiva e discriminativa).

La metodologia è basata quindi su delle “codificazioni” reciproche tra informazioni uditive, motorie, visive tattili e cinestetiche; tramite continui passaggi dal movimento al suono e al segno, l’attività musicale appare come un’opportunità per il bambino di procedere a semplici trasformazioni fra i differenti codici: quello sonoro, quello gestuale, quello grafico e quello verbale; essa punta, così direttamente, alla promozione e al rinforzo dei processi cognitivi elementari del bambino e propone l’esperienza musicale come un vero e proprio “organizzatore mentale”.

Il progetto si realizza attraverso interventi grafici pittorici utilizzando tecniche diverse: pittura ad acquarello, tempere, matite, gessetti, con colori diversi associati a musiche diverse in diverse situazioni. (esempio. Ascoltando musiche tristi, musiche allegre, musiche ritmate, musiche rilassanti ecc questo per poter capire quale emozione ha provato il bambino in ogni intervento.

Destinatari di questo laboratorio sono tutte le classi della scuola dell’infanzia e  primaria.

Menu